Stagione artistica dell’Orchestra della Magna Grecia

Saranno diciassette i concerti della Stagione artistica dell’Orchestra Magna Grecia realizzata in collaborazione con il Comune di Taranto, insieme con Ministero della Cultura, Regione Puglia e con Fondazione Puglia e Programma Sviluppo. A conferma di una forte sinergia con il territorio. Da novembre a maggio, con evento finale a sorpresa.

La Stagione artistica dell’Orchestra della Magna Grecia 2021-2022, con la direzione artistica del Maestro Piero Romano, trova anche in questa occasione massima disponibilità da parte dell’Amministrazione comunale, con il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, e il vicesindaco e assessore alla Cultura, Fabiano Marti, nel sostenere una rassegna diventata un appuntamento classico con il pubblico tarantino.

Tutti i concerti al teatro Orfeo, con tre sole eccezioni (due nella Concattedrale Gran Madre di Dio, uno al teatro Fusco). Squadra vincente, dunque, non si tocca. Anzi, si arricchisce, con un numero significativo di attività e una eccellente offerta. A condizioni vantaggiose per gli abbonati storici dell’OMG e per quanti vorranno avvicinarsi a un mondo dove la grande emozione è di casa (previsti ulteriori vantaggi per quanti sottoscriveranno il proprio abbonamento entro il 31 ottobre).

Il programma della Stagione artistica dell’Orchestra della Magna Grecia

Dunque, si parte con “Travolgente Tchaikovsky”, lunedì 29 novembre, con il grande violinista Oleksander Semchuck. Talento straordinario, comincia a studiare il suo strumento a quattro anni, a soli otto il suo primo concerto. Dirige il Maestro Gianna Fratta, pianista e direttore d’orchestra fra i più celebrati al mondo.

Venerdì 3 dicembre, “Vengo anch’io, no tu no!”, omaggio al grande Enzo Jannacci, con il figlio Paolo, Maestro, cantante, pianista, diretto da Domenico Riina. Una carriera con canzoni, aneddoti ed amabili esagerazioni di un artista geniale, unico nel panorama musicale italiano. Giovedì 9 dicembre, tocca a un ragazzo-prodigio francese, Lucas Debargue, pianista, elevato a “Divo anticonformista”. Dirige Gianluca Marcianò, nuovo direttore principale dell’Orchestra della Magna Grecia.

Sempre a dicembre, martedì 14, “L’eroica di Mozart”, con il pianista Cristiano Burato, con Silvia Massarelli alla direzione. Lunedì 20, “My Christmas dream”, con la straordinaria voce della cantante inglese Carly Paoli, con Mario Stefano Pietrodarchi al bandoneon e il Maestro Graziano Leserri alla direzione del L.A. Chorus. Ancora un clima di grande festa, martedì 28 dicembre nella Concattedrale Gran Madre di Dio: “Note natalizie” insieme con Frida Bollani Magoni, splendida figlia d’arte, pianoforte e voce.

Si volta pagina, anno nuovo. Il 2022, con riferimento alla Stagione orchestrale dell’OMG, si apre con “Liricamente affascinante”, sabato 15 gennaio al teatro Fusco, con il soprano Carmen Giannattasio, con la direzione di Gianluca Marcianò. Giovedì 20 gennaio, “Extraliscio”, con la direzione di Roberto Molinelli, cui si deve la scrittura degli arrangiamenti di un progetto di chiara ispirazione romagnola sbarcato quest’anno con successo al Festival di Sanremo.

Giovedì 3 febbraio, “Virtuosisticamente”, con Giuseppe Greco al pianoforte e il Maestro Luigi Piovano, già direttore musicale della stessa ICO con la quale ha diretto importanti pagine del grande repertorio sinfonico. Sempre Piovano, in veste di direttore d’orchestra, venerdì 11 febbraio dirige il violoncellista Mario Brunello nel programma musicale “Piovano dirige Brunello”. Venerdì 25 febbraio, “Kurt Elling in symphony”. Elling, cantante americano, esordisce come jazz-vocalist. Voce baritonale, quattro ottave di estensione vocale, sarà diretto dal Maestro Valter Sivilotti.

Sivilotti martedì 1 marzo, sarà anche il direttore d’orchestra dell’evento “Carnival party”, protagonista Rael, voce splendida e coinvolgente. Martedì 15 marzo al teatro Fusco, “Magnetica Astrig”, protagonista Astrig Siranossian, con la direzione del Maestro Piero Romano. Giovedì 24 marzo nella Concattedrale Gran Madre di Dio, “John Rutter”. Rutter, famoso organista e compositore londinese, direttore d’orchestra e di coro, dirigerà L.A. Chorus e ARCoPu.

A proposito di cori, mercoledì 13 aprile, di scena il Coro popolare bulgaro, con “The mystery of the bulgarian voices”. Giovedì 28, il soprano Desirée Rancatore e Johan Boding, saranno, invece, i protagonisti di “Barcelona Opera Rock”, con la direzione del Maestro Roberto Molinelli. Infine, si diceva, evento finale a sorpresa sul quale la Direzione artistica è impegnata da settimane. Chiusura in bellezza, dunque, in perfetta sintonia con un cartellone ricco di grandi artisti che assicureranno straordinarie emozioni.

Abbonamenti

Abbonamenti (entro il 31-10/dopo il 31/10): Poltronissima, 235/255euro; Platea centrale e I Galleria, 200/220euro; II e III Galleria, 175/195euro. Orchestra della Magna Grecia, info: Taranto, via Giovinazzi 28 (392.9199935), via Tirrenia 4 (099.7304422). www.orchestramagnagrecia.it