Un invito al turismo lento e consapevole, lungo itinerari inconsueti e fino a oggi meno battuti, per riscoprire il patrimonio naturale e culturale del Mar Piccolo. Si chiama “Tra cielo e mare” il ciclo di appuntamenti dedicati al turismo esperienziale proposto da WWF Taranto e sviluppati con l’Ecomuseo Palude la Vela e Mar Piccolo e con altri partner del progetto ECOPAMAR.

Un programma di attività esperienziali pensato per permettere ai cittadini di Taranto ed ai turisti di ammirare un paesaggio dai mille volti, ricco di interessanti e numerose sfaccettature. Dai giardini nobiliari al Borgo alla cultura marinaresca della Città Vecchia, dalle aree attrezzate per i più piccoli in Parco Cimino alla tradizione artigianale in esposizione al MuDi (Museo Diocesano), dalla bellezza dell’area protetta Palude La Vela alle tracce del Sacro disseminate lungo la Circumarpiccolo.

La Città Vecchia di Taranto ed il suo mare

La “città vecchia di Taranto” o “Isola Madre” stretta tra i suoi due ponti si affaccia sul Mar Piccolo ed ha sempre vissuto in modo simbiotico il suo rapporto con il mare. Una passeggiata tra banchine di pescatori, chiese e vicoli. Il racconto di un unione indissolubile tra la città ed il suo mare. Previsto ingresso alla Cattedrale di San Cataldo.
Gruppo: massimo 30 adulti. Luogo d’incontro: Piazza antistante la Cattedrale di San Cataldo (ore 18.00) Prenotazione: Obbligatoria. Difficoltà: Facile

Informazioni e prenotazioni

Ben 28 appuntamenti tra agosto e settembre. L’intero programma dell’iniziativa è disponibile sul sito web ecomuseomarpiccolo.com, attraverso il quale è altresì possibile riservare il proprio posto per i tour a prenotazione obbligatoria. Sarà possibile partecipare anche a tutti gli altri itinerari del programma (ticket di 5 euro) secondo le modalità che troverete sul sito web dell’ecomuseo. I bambini fino a 10 anni non pagano. Aggiornamenti e informazioni sull’iniziativa disponibili anche alla pagina Facebook https://www.facebook.com/EcoPaMar.