Le vertenze in atto non sono citate, ma la rassegna Aprile dei Diritti che ormai da quattro anni vede insieme la CGIL di Taranto e il CREST collaborare sul fronte della cultura del lavoro, ha dentro di se tutto il dramma, le analisi, e persino gli scoppi di ilarità di chi il lavoro rischia di perderlo.

La rassegna “Aprile dei Diritti – Palcoscenico di Vita senza lavoro” sarà presentata ufficialmente nella conferenza stampa che si terrà il prossimo 29 marzo nella sede della CGIL. A partire dalle 11.00 a raccontare mission culturale, iniziative e spettacoli che caratterizzeranno gli appuntamenti di aprile saranno il Segretario Generale della CGIL di Taranto, Paolo Peluso e Clara Cottino presidente del Collettivo di Ricerche Espressive e Sperimentazione Teatrali.

Quattro anni in cui abbiamo seminato l’idea che il mondo del lavoro con i suoi diritti fosse un campo da arare e curare quotidianamente e non solo il 1° maggio – afferma Paolo Peluso – e per questo abbiamo chiesto aiuto alla scuola, al mondo delle associazioni e al teatro con la sua funzione civile e di memoria collettiva.

Un progetto – continua il segretario della CGIL – che ha l’ambizione di veder nascere i suoi frutti non nell’immediato ma di costruire quell’idea di coscienza collettiva di cui oggi Taranto ha estremo bisogno.”

Evento precedenteProgetto “Specchio specchio delle mie brame…”: si chiude lunedì 27 marzo con il Fashion Style
Evento successivoDagli U.S.A a Bari: il 31 marzo arriva Emanuela Lupacchino, disegnatrice di Batman, Superman e Wonder Woman