Le Giornate FAI tornano con un’edizione speciale per permettere di godere in sicurezza dello straordinario patrimonio d’arte e natura del nostro Paese.

Un’edizione speciale con prenotazione online obbligatoria. Nelle settimane di lockdown la bellezza dell’Italia ci è mancata, ma ora è giunto il momento di tornare a scoprirla, in sicurezza. Perché la visita dei luoghi straordinari del nostro Paese possa continuare ad essere un’esperienza gioiosa e serena per questa edizione speciale delle Giornate FAI abbiamo scelto di accompagnarvi alla scoperta di luoghi all’aperto che permettano di rispettare il necessario distanziamento sociale, organizzando le visite su prenotazione obbligatoria da effettuare solo online a partire dal 23 giugno. Le prenotazioni saranno aperte fino ad esaurimento posti e non oltre le ore 15 di venerdì 26 giugno.

I luoghi aperti a Taranto

Giardini Ospedale Militare e Giardini di Villa Peripato. Apertura a cura di Delegazione FAI Taranto. Orario: Sabato: 09:00 – 20:00 Note: Turni di visita ogni 40 minuti. Pausa dalle 11 alle 17. Domenica: 09:00 – 20:00 Note: Turni di visita ogni 40 minuti. Pausa dalle 11 alle 17. Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato.  Note per la visita: Punto di ritrovo: banchetto FAI presso zo del Giardino della Villa Peripato, Via Pitagora, 71 (Villa comunale).

Descrizione dei luoghi da visitare

I giardini dell’Ospedale Militare, insieme all’attigua Villa Peripato rappresentano una testimonianza quasi del tutto intatta del paesaggio dell’antica via di Santa Lucia, strada decantata da scrittori e viaggiatori affacciata sul primo seno del Mar Piccolo, dove sorgevano le antiche ville delle nobili famiglie tarantine. I giardini dell’Ospedale Militare, vero paradiso nel centro città, sono strutturati su di un pendio organizzato a gradoni e terrazzi che ricalca la cavea di un edificio teatrale. Al suo interno sono custodite alcune sculture che adornavano la famosa villa Capecelatro abbattuta sul finire dell’Ottocento per far posto all’Arsenale Militare.

I Giardini del Peripato invece sono presenti almeno dalla fine XVII secolo col nome di giardino di Sant’Antonio, di proprietà della famiglia de Beaumont, che qui aveva la propria residenza di villeggiatura. Nei primi decenni del Novecento il sito passò al Comune di Taranto che volle realizzare una Villa Comunale.

Per conoscere tutti i luoghi da visitare clicca qui