Ciò che contraddistingue l’evento è la realizzazione cronologica di alcuni momenti di vita, morte e soprattutto eventi prodigiosi che il Santo Taumaturgo, ha compiuto in vita, la rievocazione è totalmente itinerante e presenta un totale di 20 scene recitative.

Nella VIII edizione, sono state redatte due scene allusive a prodigi di cui tanto si parla: Il Prodigio della Giumenta (si racconta che una mula, di proprietà di un eretico locale, dinnanzi all’ostensorio, si inginocchiò al cospetto del Santo che lo sorreggeva, gesto che provocò la conversione dell’eretico, istituendo il Memoriale del Corpus Domini). Il Prodigio del Cuore dell’Avaro ( si racconta che Frate Antonio proibì le esequie di un ricco avaro fiorentino, che decise di portarsi nella tomba, tutti i suoi averi, compreso il tesoro più grande a cui egli stesso teneva maggiormente, il suo cuore. Antonio proibì le esequie perché il ricco avaro aveva richiesto l’asportazione del cuore dopo la morte. Successivamente i familiare scoprono che la premonizione del Santo era veritiera, riconoscendo gli errori del parente . In seguito a ciò, i familiari si convertirono abbracciando la fede cristiana.)  C.so Vittorio Emanuele 74022Fragagnano (TA) 3348946468. 10 giugno  h.   19.00 Gratuito per tutti