Passano gli anni, eppure sembra che le lancette siano ferme agli anni di Teledurazzo, quando Toti e Tata impazzavano sulle reti locali con i loro sketch esilaranti.

Da allora, l’affetto del pubblico è rimasto immutato, tant’è che si prevede un vero e proprio bagno di folla per la tappa leccese del loro spettacolo “Il cotto e il crudo”, una commedia divertente che proporranno mercoledì 22 maggio al Teatro Apollo. Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo non hanno di certo perso quel feeling che li ha tenuti uniti nel tempo, nonostante i loro percorsi artistici separati per circa un ventennio. Proprio da questo punto si dipana il canovaccio dello spettacolo, dove naturalmente a far da padrona è l’autentica improvvisazione che dona un ulteriore tocco alla loro innata comicità. Con ironia e leggerezza, il duo comico barese racconteranno simpatici storie e aneddoti circa le abitudini e i modi di fare, tipici della gente del Sud, rievocando alcuni dei personaggi più rappresentativi del loro bagaglio artistico.

Il titolo dello show, “Il cotto e il crudo” è ispirato al libro sui cambiamenti del genere umano di Claude Levi-Strauss intitolato “Il crudo e il cotto”: lo studioso individua nella cottura del cibo un elemento fondante dell’ordine culturale, il mediatore del passaggio di una società dallo stadio naturale a quello delle regole sociali. Mantenendo un ritmo incalzante, gli attori si appellano a vecchi ricordi, come la partenza verso la capitale di Emilio o il rito del ragù nella casa paterna, senza tralasciare i riferimenti all’attualità, dibattendo della realtà odierna alle prese con carte di credito ormai insostituibili e smartphone che annullano rapporti interpersonali.

Un’occasione unica, dunque, per il pubblico affezionato alla coppia storica della comicità pugliese, formatasi nel 1985 e diventata celebre grazie ai programmi “Filomena Coza Depurada”, “Teledurazzo”, “Il“Polpo” e tanti altri ancora, che hanno spianato la strada per un fortunato percorso artistico, di respiro nazionale, per entrambi.